Giordano il Magnifico ancora

D'Artagnan
D'Artagnan

Poteva essere un venerdì sera qualunque, quello di ieri al Campo Scuola di via Maccani, con la solita gente, che fa le solite ripetute, i soliti medi. E invece c’era un che di frizzante nell’aria in tribuna e nell’area stretching: entrando non potevi non cogliere i contorni di una serata diversa. Anche perché, guardando meglio, a fare stretching alla siepe, non c’erano i soliti noti, bensì Merihun Crespi, Mattia Piccello, Marco Salami… sul rettilineo B faceva allunghi un keniano con leve da paura, e in tribuna, invece dei tecnici trentini o dei genitori in attesa che i propri figli finiscano l’allenamento, c’era del pubblico: non numeroso, ma qualificato. Alle 18.00 era infatti previsto un 800m da campionato italiano.

L’obiettivo, dichiarato, fare il record italiano juniores,  che è di Davide Cadoni e resiste dal 1991 (1’46”93). Giordano Benedetti è all’ultimo anno di categoria, ora o mai più. A Maggio fu capace di 1’47”52. Prima: due titoli italiani indoor. Dopo: due titoli italiani all’aperto (sempre 800-1500m) e un sesto posto ai Mondiali di Polonia. La maturità. L’ingresso alla Fiamme Gialle. Che 2008 intenso per el bocia dei Sorni!

La lepre, il keniano Esho Benson, parte forte, Giordy subito in coda. Dietro si forma un buco di qualche metro, gli inseguitori sono Salami e Crespi (quest’ultimo bronzo agli Europei juniores 2007 sui 1500m). Il passaggio ai 400m è troppo veloce, 51.3 (previsto era 52”5), ai 550m la lepre inizia a sbandare: la botta di acido arriva a tutti. Giordy dietro perde il passo, inizia a irrigidirsi. La lepre ai 600m si fa da parte- 1’19 di passaggio può andare bene, ma non fatto con i primi 400m in quel modo- poi arrivano i 200m finali, un massacro. Giordano è solo e inizia a imballarsi, dietro Piccello, Crespi e Salami stanno quasi per ricucire il buco. Infine vince Benedetti, con un otttimo tempo, che però non è PB: 1’48”42, dietro Piccello in 1’50”36, Salami 1’51”27, Crespi 1’51”45.

“E’ stata dura, durissima, ho ancora da riprendermi”, così Benedetti a fine gara. “Il passaggio ai 400 era identico a quello fatto ai Mondiali in Polonia, veloce. Ora chiuderò la stagione: un 400m all’Arge Alp, e poi la etsta sarà al 2009. Cross e indoor. Ringrazio invece di cuore l’Atl. trento cmb, la mia società origine, per aver organizzato questa gara per me”. “Va benissimo così”, gli fa eco il tecnico, Gianni Benedetti,”è stato anche troppo bravo. Voi non ve ne siete accorti, sul rettilineo B c’era un forte vento. A Giordy mancano ancora molti lavori specifici, è giovane, tutto da costruire. Fra qualche anno saremo qui a discutere di ben altri tempi.”

Ecco la classifica:

 

1.Benedetti Giordano GS Fiamme Gialle 1’48”42

2. Piccello Mattia Assindustria Padova 1’50”36

3. Salami Marco CS Esercito  1’51”27

4. Crespi Merihun CS Esercito 1’51”45

5. Barbieri Paolo 100 Torri Pavia 1’51”98

6. Bernardoni Pietro Biotecna Marcon 1’52”11

7. Avon Diego Jager Vittorio Veneto 1’55”55

8. Longo Stefano Atl. Legnano 1’56”60

9. Rizzotti Francesco Assindustria Sport Padova 1’58”07

10. Vuerich Diego PBN Bovisio 2’00”42

11. Modica Federico Atl. trento cmb 2’00”57

Un pensiero riguardo “Giordano il Magnifico ancora

  • 20 Settembre 2008 in 8:17 pm
    Permalink

    ….. Certo!!!!!! posso dire che è stata una grande emozione!!!!!!!!!!!!! Grazie Giordy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *