Al trofeo San Vigilio Sara Berti torna in forma

trofeo-san-vigilio-rigoni.jpgAl Trofeo San Vigilio gli aquilotti non hanno voluto tradire le attese della societ organizzatrice, e cos hanno portato un oro maschile e un argento femminile. Due atleti di classe per la manifestazione: Carlo Rigoni (nella foto, all’arrivo) e Francesca Iachemet. Fa piacere loro di Sara Berti, che pare pronta al gran rientro.
Le classifiche sono consultabili sul nostro sito tra le ultime news.

La gara di San Vigilio, organizzata in occasione delle feste vigiliane, ha avuto luogo questanno non a Povo, ma a Trento, con partenza e arrivo al Campo di Via Maccani. La partecipazione stata nutrita, il livello elevato. Tra gli uomini lha spuntato lo specialista di orienteering Carlo Rigoni, 2020, contro il 2052 di Luigi Guarnati- terzo un altro aquilotto, Luca Quarta, tornato dal viaggio in patria ( di Lecce), quarto Daniele Dellai, in 2135, 16 dietro al compagno di allenamenti nel gruppo senior seguito da Gianni Benedetti.
Rientro in gara anche per lo junior Giovanni Tonini, sesto assoluto, primo di categoria, in 2205. Dopo un inverno parzialmente passato fermo ai box per un infortunio al ginocchio, il giovane liceale sta tornando nella forma di sempre, pronto per raccogliere i frutti dellintenso lavoro autunnale.
Tra gli amatori, vittoria per Devis Franzoi della Val di Cembra, terzo Giuseppe Didonato e sesto Maurizio Fluttuante, due neoacquisti dellAtletica Trento CMB.
Master 35 messi in riga dal giudicariese Enos Salvadori, terzo laquilotto Michele Agostini, il noneso Dusini re tra i Master 40, dove quarto il nostro Fernando Boscolo. Tra i Master 45 invece un vecchio leone, Manfred Premstaller, che con 2048 secondo assoluto, e naturalmente primo di categoria. Secondo Marco Rosso (2149), ottavo il capitano della squadra amatori/veterani dellAtletica Tn CMB, Bruno Oss Cazzador (2619), in altre sedi anche giudice di gara. Arriva 240 dietro di lui Antonangelo Bragalini, reduce dalla mezzamaratona di Monaco e ancor prima dalla partecipazione ai campionati europei di mezza a Regensburg. Nelle categori successive, di nuovo parata di vecchi leoni: Claudio Gadler tra gli MM 50, e lazzurro Albert Rungger, membro di una genia di mezzofondisti deccezione, stravince tra gli MM 55 (2137 il suo tempo). Volti noti gli ori tra i veri master: Iginio Froner, Andrea Senes, Cesare Giacomelli. La corsa fa bene a tutte le et, lattivit agonistica, se correttamente gestita, ancora di pi.
Tra le donne, si diceva, piacevole vittoria di Sara Berti, alla quale va il caloroso tifo di tutta latletica trentina. Gli ultimi anni, difficili sul piano fisico, lhanno vista lontana dalle prestazioni di sempre, ma la nonesa seguita da Pierino Endrizzi ha dimostrato che chi la dura la vince. Ha riiniziato a gareggiare in condizioni di forma che altri avrebbero ritenuti insufficienti, ha stentato a registrare progressi, ma poi, come spesso capita in situazioni in cui necessario sbloccarsi agonisticamente sul piano psicologico oltre che su quello fisico, allimprovviso sono arrivati i primi veri risultati: alla gara su strada a Tonadico, e al Trofeo San Vigilio, dove appunto vince davanti a una Francecsa Iachemet data in buona forma.
Questultima, tornata dal mare, intenzionata a proseguire la sua preparazione per le distanze lunghe, dove ha dimostrato un talento in precedenza inespresso. Arriva 14 dietro alla Berti (1423 contro 1409), quasi un minuto davanti alla terza, la meranese Katia Favalli. Quarta Elektra Bonvecchio, quinta Giorgia Brugnara, settima Cristina Oss Emer, impegnata nela preparazione di una maratona. Tra gli amatori, vittoria per Loretta Bettin, le over 40 devono fare i conti con Romana Verones, aquilotta camoscio questanno in grande spolvero, prima di categoria in 1541 davanti alla Moiola della Quercia. Sesta Nicoletta Celva, istruttrice in formazione e moglie di Bruno Oss Cazzador, capitano della squadra veterani CMB. Tra le over 50 ottima Rosalia Zanoner, la fassana di ferro: oro agli Europei di mezza a Regensburg, Rosalia non teme i ritmi elevati delle brevi distanze (lei che abituata alle maratone), e non lascia scampo alla seconda, Angela Marra, cui infligge 2.

2 pensieri riguardo “Al trofeo San Vigilio Sara Berti torna in forma

  • 3 Luglio 2007 in 10:16 pm
    Permalink

    non ho parole per ringraziare Elena della Sua professionalita’ e celerita’ nello scrivere gli articoli continua cos

  • 4 Luglio 2007 in 12:14 pm
    Permalink

    troppo buono 🙂 superAnto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *