Eleonora Vandi lancia il 43imo Gran Premio del Mezzofondo

E’ partita di gran carriera la 43ima edizione del Gran Premio Estivo del Mezzofondo, ormai immancabile kermesse organizzata dall’Atletica Trento nel cuore dell’estate, nei canonici tre martedì consecutivi di luglio. A differenza delle precedenti annate e per far collimare il programma alla novità stagionale degli NB Games, l’atto inaugurale del Gran Premio del Mezzofondo è stato riservato agli 800 e 5000 metri.

E nel doppio giro di pista la firma prestigiosa è stata quella di Eleonora Vandi (Avis Macerata) la ventiduenne marchigiana che sta progressivamente ritrovandosi e che sulla pista del Campo Scuola Covi Postal ha saputo imporre la propria superiorità in 2’06″86 davanti alla veneta Natascia Meneghini (Gs Aristide Coin Venezia, 2’09″22) e alla bergamasca Ilaria Luzzana (Atletica Saletti, 2’12″28). In chiave trentina, sesto posto per la rotaliana Alice Zenari (Gs Valsugana Trentino, 2’14″20) seguita dalla nonesa Nicole Menapace (Atletica Valli di Non e Sole, 2’14″70). Per la Vandi, il successo negli 800 metri vale anche il Memorial Katia Favalli.

Autorevole vittoria per Enrico Brazzale (Atletica Vicentina) invece nella prova maschile: il vicentino ha sfruttato il lavoro di pace-maker del veronese Francesco Montagna (Atletica Insieme Verona) per poi incaricarsi in prima persona di dettare il ritmo nella seconda tornata, affrontando anche le forti folate che nella serata hanno spazzato il Campo Scuola trentino. Una fatica, quella di Brazzale, battezzata dal cronometro in 1’49″91, riferimento che gli ha permesso di tenere a bada le velleità dell’altro veronese Leonardo Tesini (Atletica Insieme Verona, 1’52″68) con Catalin Tecuceanu (Silca Ultralite Vittorio Veneto) in terza piazza, seguito a ruota dal noneso Lorenzo Pilati (Atletica Valli di Non e Sole, 1’54″14); tredicesimo tempo per l’aquilotto Mirko Tomasi con 1’55″80.

Proprio gli 800 hanno confermato il grande appeal del Gran Premio del Mezzofondo, capace di chiamare in campo ben una ventina di serie, tra maschi e femminine; poco meno di 500 gli iscritti globali a questo primo atto.

Dopodichè sul palcoscenico sono salite le protagoniste dei 5000 metri, regolate dalla ventunenne veneta Federica Verdoya (Atletica Riviera del Brenta) che ha completato la fatica in 17’29 precedendo la corregionale Carolina Michielin (Trevisatletica) e la favorita della vigilia Veronica Paterlini (Cus Parma); settimo posto per la nostra Federica Stedile con 18’41″27, seguita a ruota dall’ex compagna di squadra Loretta Bettin.

Giacomo Esposito della Trevisatletica ha invece sconfitto anche le bizze di Giove Pluvio per fare suoi i 5000 metri maschili in 14’44″42 proprio mentre alle sue spalle il fiemmese volante Francesco Mich (Atletica Trento) conquistava una preziosa piazza d’onore, fermando il cronometro sul 15’09″74 davanti all’aviere Domenico Ricatti.

 

In precedenza il pomeriggio si era aperto con le categorie giovanili a cimentarsi nei 600 metri, prove che tra le cadette ha visto prevalere Carlotta Mosca (Fiamme Gialle Simoni) in 1’37″32 davanti a Breanna Federica Selley (Atletica 100 Torri Pavia & Vigevano Atl. Young) e all’aquilotta Nancy Demattè (Atletica Trento, 1’38″47) che per l’occasione ha allungato leggermente l’abituale distanza. Al maschile invece la firma è stata quella di Giovanni Santomaso (Gruppo Sportiva Astra) in 1’28″34 con Federico Milani (Atletica Insieme Verona) ed Isabella Ferri (Fiamme Gialle Simoni) a tagliare per primi il traguardo tra i ragazzi.

 

L’appuntamento è ora fissato a martedì prossimo, 17 luglio, quando nel menù ci saranno soprattutto i 3000 metri.

 

Tutti i Risultati

GP Mezzofondo – Programma e Regolamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *