Molinari e Segatta eroi dell’Altissimo

Nota per essere una delle più dure scalate in Trentino, la San Giacomo Altissimo (19 agosto) incorona re Antonio Molinari, principe erede Federico Segatta. Argento nel gentil sesso alla Beatrici.

Antonio Molinari, 40 primavere, centinaia di vittorie alle spalle, corre forte, fortissmo, realizzando il terzo tempo di sempre: 34’37, contro il record del percorso, 33’51, detenuto da Marco Gaiardo e targato 2003. Gara a cronometro, il tempo di Antonio premia anche le sue doti psicologiche, la capacità di reggere la fatica pur non correndo "a uomo". Secondo è un altro aquilotto, Federico Segatta. Il giovane cembrano si rivela sempre più uan promessa della corsa in montagna, in 36’56 raggiunge la vetta. 38’29 per il quarto Massimiliano Chemelli.

Bronzo ma di fatto argento il colore della medaglia che si mette al collo Lorenza Beatrici. Vince la gara la fondista Sabina Valbusa, che però rientra nella classifica escursionisti, seconda ma prima nella classifica corridori è l’azzurra Mariagrazia Roberti (41’59 contro 42’58). Terza ma seconda la nostra Lorenza (45’21), il cui vero obiettivo è domenica prossima la terza prova dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna.

Nono tra i senior è lo sciatore Enrico Cozzini, quinto tra i Master 50 Sergio Dalpiaz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *