Esercito di aquilotti al Cross del Crus

We cannot display this galleryIn grande spolvero Benedetti, Beatrici, Premstaller, Piazzi: forma invidiabile. Belle conferme da Iachemet, De Biasi, Bonvecchio, Boscolo. Chi in ascesa, chi un po’ carico, gli aquilotti presenti al Cross del Crus di domenica 27 gennaio si sono battuti per guadagnare l’agognata qualificazione ai Campionati Italiani di Monza (17 febbraio). Bersaglio centrato per junior, allievi, cross corto senior uomini, cross lungo senior donne. Vittorie per allievi, junior uomini, junior donne, allievi, senior donne sul lungo. Cronaca e curiosità di una splendida giornata di sole.

La gara juniores uomini è stata di nuovo, come già a Povo, decisa dai nostri: capovolgendo gli esiti del duello del 20 gennaio, Benedetti ha battuto Tonini (20’07 contro 20’13), quarto un convincente Modica in 20’56, quinto Stefano Grimaz, che paga le salite, ottavo Stefano Baldessari.

Per i senior, schierati tutti sul corto, ottima prova di Francesco Bazzanella, che con la consueta generosità conduce in testa gran parte della gara per giungere poi terzo in 13’20 per solo 4 secondi dietro al primo, Francesco Nadalini, di poco avanti a Markus Ploner. Quinto Carlo Rigoni, 13’50, ottavo il neoaquilotto Manfred Premstaller, 14’14, a seguire Luca Quarta e Massimiliano Chemelli. Fuori dal podio per dieci secondi Andrea Debiasi tra gli allievi, preceduto, nell’ordine, da Rampelotto, Premstaller e Vaglia; nono Falvio Antolini, tredicesimo Andrea Bianchini, il terzetto è pronto per Monza.

La forza nel numero, il motto dei nostri cadetti: una marea, guidati dal coach Federico Piccoli. Settimo Leonardo Brugnara, quattrodicesimo Yasser Aitris, diciottesimo Dalpiaz, seguito da Pederiva, ventitreesima piazza per Lorenzo Marchesi, ventiseiesima per Franco Baldessari, trenteseiema per Zucchelli. E tra i ragazzi ancora Luca Grimaz, nono di corsa, primo per simpatia.

Settima tra le MF 45 Nicoletta Celva, che quanto a gare disputate può fare concorrenza a Elektra Bonvecchio (una media di 35 competizioni all’anno). Quest’ultima per poco non agguanta la vittoria sul cross lungo: a dissolvere i sogni di gloria Elena Casaro, Atletica 2000 Dobbiaco, che precede l’indomabile Elektra di 13 secondi. Bronzo per Sabrina Bampi, quarta, a 30’’ dalla Bampi Giorgia Brugnara, che batte Romana Verones in volata. Quasi un campionato sociale, descritto in ogni particolare dall’atleta-speaker per l’occasione Silvia Pedri, un concentrato di entusiasmo e simpatia.

Una curiosità: Elektra, come i tre moschettieri (Benedetti-Tonini-Grimaz), gareggia con una canottiera personalizzata con la foto del loro coach Gianni Benedetti in versione ieratica (rivolgersi a Grimaz per info).

Tra le junior, in gara Piazzi, Bonardi, Rizzoli e Loss: quattro assi nella manica. Tra talenti ancora inespressi (la Bonardi) o neoadepti ancora poco allenati (la Loss) emergono per determinazione Valentina Rizzoli, che mette il naso davanti alla più quotata Veronica, e Bianca Piazzi. Quest’ultima arriva seconda dietro a Silvia Chemotti, e batte l’avversaria di sempre Federica Scrinzi. Una nota di merito: ho potuto osservare da vicino la grinta di Bianca avendo gareggiato fianco a fianco con lei: mi aspettavo la “solita” junior che parte forte e gli ultimi giri si perde nelle retrovie- tutt’altro: Bianca mi è rimasta incollata alla schiena fin quasi alla fine e quando -combattuta tra spirito di competizione e orgoglio per una giovane aquilotta emergente-ne controllavo lo sguardo con la coda dell’occhio, che fosse salita, fango o discesa vedevo solo grinta Ma poi pensandoci mi è anche venuto in mente: il suo allenatore Ugo Lucin già da tempo diceva fosse nata per i cross.

Stesso percorso delle junior per le senior del cross corto, di rilievo le prestazioni di una Beatrici in forma smagliante, quarta dietro a Bonessi, Chiusole e Tava: la bionda mamma trae evidentemente beneficio dal volume di chilometri effettuato in preparazione della maratona che presto affronterà. Quinta Francesca Iachemet, che paga una settimana di carico, a chiudere la squadra Elena Franchi e l’ottocentista Erica Ferretti, quest’ultima però sofferente alla gamba.

Tra le allieve, a parte il settimo posto della frizzante Bonenti, le aquilotte si muovono come in branco, tutte classificate in fila tra la dodicesima e la diciassettesima piazza. Alessia Fontanari, Jessica Scarpelli, Arianna Valenti, Giulia Colombo e Imelda Amistadi giungono nell’ordine al traguardo. I numeri ci sono, allenamento e determinazione faranno presto il resto.

Master/Amatori, tra i nostri qualcuno è quasi pronto per tornare tra i senior. Stiamo parlando di Fernando Boscolo, 1h14 sulla mezza in autunno, ma ancora in progressione da quando ha ripreso: è quinto e secondo MM 40; dodicesimo è Marco Rosso, secondo MM 45, molto bene Tullio Bortolotti, ventiquattresimo Piasente, trentottesimo Marco Grimaz (sì, proprio lui: il padre di Stefano e Luca: una dinastia di corridori), quarantunesimo e nei primi dieci MM 45 Bruno Oss Cazzador, per l’occasione anche fotografo assai solerte (280 foto realizzate solo a Povo…preparatevi a essere immortalati in ogni momento). D’ora in poi in gara se non c’è Bruno che vi fotografa, ci sarà Betta che vi incita: ma con un’intonazione più dolce del solito nella voce.

 

Un pensiero riguardo “Esercito di aquilotti al Cross del Crus

  • 28 Gennaio 2008 in 5:21 pm
    Permalink

    Bravi tutti ed anche ad una pimpante e rientrante Elena! Dallo speakeraggio alla ribalta….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *