Marzola 80: gli iscritti

Giordano Benedetti
Giordano Benedetti

Oltre 130 iscritti al Marzola 80, meeting di atletica nazionale in programma questo sabato alle 14.30 al Campo Scuola di via Maccani di Trento. Le iscrizioni si sono ufficialmente chiuse ieri, ma eventuali ritardatari sono ancora accetti. Nomi di spicco presenti su pressoché ogni gara, basti citare la Forestale di Dobbiaco Agnes Tschurtschenthaler, ex campionessa italiana dei 3000m siepi, quest’anno argento ai Tricolori sia sulle siepi che sui 1500m, al Marzola al via sui 3000m, assieme alla sua compagna di allenamenti e pure lei allieva di Ruggero Grassi Micaela Bonessi. Sugli 800m maschili iscritto anche l’enfant du pais Giordano Benedetti, nel 2008 quattro volte campione italiano junior (800m-1500m sia all’aperto che indoor), azzurro ai Mondiali juniores di Polonia, a caccia di un PB, dopo l’exploit di inizio stagione a 1’47”52 ( il record italiano junior, 1’46”93, non è lontano). Per il primo atleta junior del doppio giro di pista in palio anche la vittoria al 10. Memorial Oscar Degasperi, mezzofondista dell’allora Virtus Voltolini deceduto tragicamente in un incidente in moto.

iscrizioni-marzola-80

Sui 100m femminili la miglior atleta iscritta è niente meno che Manuela Grillo, GS Forestale, 11’51 di personale stagionale, reduce dalle Olimpiadi di Pechino (componente della 4x100m donne). Dovrà vedersela con la roveretana Doris Tomasini, 11’57 di stagionale, che ha mancato la convocazione di un nulla. Fari puntati però anche sulla velocità lunga, quei 400m piani femminili che da quest’anno costituiscono il Memorial Federica Bampi, intitolato alla giovane atleta laureata in Biotecnologie agroindustriali e velocista specializzata proprio nei 400m piani, incorsa in un grave incidente letale a inizio giugno di quest’anno: in gara vedremo la giovane e talentuosa Sabrina Mutschlechner, SV Bruneck, 54’88 di record personale stagionale.

I 100m maschili propongono il duello tra Alessandero Guazzi, 10”43 (Atl. Studentesca Rieti), e Davide Deimichei (US Quercia, 10”65), da seguire anche i 400hs, 23. Memorial Massimo Eccher, giovane e promettente atleta dell’allora Cavit Virtus Marzola, campione regionale juniores dei 400hs, morto drammaticamente in un incidente stradale: cercherà di conquistare il trofeo Stefano Bontumasi dell’Assindustria Sport Padova.

Il meeting, nato alla fine degli anni ’70 per esaltare le giovani leve talentuose dell’allora GS Marzola (tra di esse, un certo Pierino Endrizzi, attuale responsabile del mezzofondo azzurro) con l’obiettivo di raggiungere l’apice nel 1980 (di qui il nome della manifestazione), torna quest’anno alla formula originale, che alterna gare femminili  a gare maschili. L’anno scorso fu eccezionalmente riservato solo agli uomini, perché concomitante con il Donna Sprint: le due kermesse ebbero luogo nella medesima cornice, il programma alternava una gara femminile del Donnasprint a una maschile del Marzola 80.

 Ecco, dunque, il meno proposto quest’anno dal GS Marzola in collaborazione con Atl. Trento cmb. Ad aprire il meeting, che da oltre trent’anni costituisce una perla nel calendario proposto dal Trentino alla Fidal Nazionale, la gara di lancio del martello maschile, occasione anche per l’aquilotto Nicola Scarpetta. A seguire, l’asta maschile, e i 110 hs. In contemporanea, sempre per gli uomini il salto triplo, mentre nei 100m gareggeranno prima le donne (alle 16.15), poi gli uomini (16.30). In programma anche il salto con l’asta femminile, dove cercherà la vittoria l’aquilotta Chiara Zanelli, che vanta un PB di 3.90, un record regionale a 3.75, e tra i vari titoli, un oro ai Camp. It. Juniores e uno tra le Promesse.

Nell’edizione 2007, gara di altissimo livello negli 800m dove si assistette al rientro-e che rientro!- del carabiniere brissinese Christian Obrist. Allievo di Grassi, come la Weissteiner, Obrist era al rientro da un lungo periodo senza gare, a causa di un’allergia. Ma tornò da leone: 1’47”82, un secondo e mezzo rifilato a Roncalli. Grande gara dietro per il giovane aquilotto Giordano Benedetti, che partì deciso e resse alla fine: 1’51”80 il verdetto, nuovo personale. L’alto fu vinto a sorpresa da un giavellottista, il campione italiano di categoria Norbert Bonvecchio, dirotatto causa un infortunio alla caviglia su di una disciplina che ultimamente ha praticato poco. E però vinse davanti al talento locale Chesani, saltò 2.05. Assente Norbert, nel tiro del giavellotto rimase quasi senza rivali il suo avversario di sempre, Paolo Valt, oro davanti a Hubert Goller. Nei 5000m gara solitaria, almeno dal 3000 in poi, per il marocchino del Valchiese Rachid Jarmouni, 14’20, davanti a Markus Ploner e

Peter Lanziner, di pochi secondi dietro. Nei 400hs, Memorial Eccher, premio fedeltà per il finanziere Luca Bertolaso, che ha vinto quasi tutte le ultime edizioni, davanti al più quotato Markus Crepaz (51”51 contro 51”81). Sfrecciò nei 100m Jaris Riparelli (10”40°), si trascinò dietro l’argento roveretano Davide Deimichei, talento emergente della velocità, 10”75°.

Premi ai primi tre classificati di ogni gara: 120 € al primo, 80 al secondo, 50 al terzo, e 31. Trofeo Marzola 80 al miglior risultato tecnico della giornata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *