Liechtenstein+Merano, è sempre Wyatt

Infaticabile Jonathan, sempre vittorioso. Doppia impresa nel giro di 24 ore per il kiwi ormai trentino d’adozione, che vince sabato la maratona in montagna del Liechtenstein (2h56’24) e domenica si presenta, con il favore dei pronostici, alla terza edizione della Corsa in montagna Merano 2000, valida come terza prova del WMRA Grand Prix 2008 ( Wyatt è per ora in testa). Ma la gara organizzata da Karl Höller & Co. non ha posto particolari problemi a Wyatt, che, seppur insidiato dopo il 7 km da avversari di una certa levatura, ha tenuto botta per andare a prendersi la seconda vittoria del week-end. Terza tra le donne la sua fidanzata, Antonella Confortola (foto dal sito www.corsainmontagna.it).

Alla LGT Alpin Marathon del Liechtenstein Wyatt ha stracciato il record del percorso. I classici 42,195 km di maratona si snodavano su di un percorso di ben 1800 m di dislivello, pane per il neoaquilotto, che ha migliorato di 8’23 il record detenuto, dal 2000, da Urs Christen. Difficile che l’attuale record possa essere ulteriormente migliorato, se non da Wyatt stesso, così a detta dell’organizzazione  e del presidente Hannes Willinger. Il distacco rispetto al secondo, Timothy Short, è di oltre 6 minuti. Classifiche e commento in tedesco sul sito www.laufnachrichten.de.

Questo sabato. Ma domenica il nostro non poteva mancare alla terza prova del WMRA, quest’anno a Merano per l’organizzazione del Telmekomteam, società fondata da pochi anni da un gruppo di appassionati capeggiati da Karl Höller (tra di essi il forte corridore Ulrich Gross, di recente dedito alle lunghe distanze, e l’ex aquilotto Gerd Frick, ex-azzurro della corsa in montagna). 14 km, 1700m di dislivello, rampe da paura (ve lo confermo da nativa meranese), ma Wyatt non si è risparmiato siglando il nuovo record del percorso: 1h15’57, che va a migliorare il precedente, dell’ex-aquilotto bellunese Marco Gaiardo (ora Orecchiella Garfagnana, 1h16’30). Gaiardo si è comportato comunque motlo bene, 1h16’42, terzo gardino del podio, argento invece per Tymo Zeiler, pochi secondi davanti a Gaiardo. Ottavo Frick, ancora sotto l’ora e venti.

Non solo Wyatt, in casa cmb: Mario Piasente è 11. tra i Master 2, di poco sopra l’ora e quaranta, Michele Agostini chiude la sua fatica sotto l’ora e cinquanta, e Marco Rosso è terzo tra i Master 3 con un ottimo 1h29’11.

Tra le donne, vittoria per la polivalente, sempre più orientata sulle distanze lunghe, Renate Rungger, davantri a Anna Frost, terza Antonella Confortola.

Trovate il commento alla gara sul sito www.corsainmontagna.it, le classifiche complete sul sito www.fidal-bz.it, nella sezione “Ergebnisse”.

 Risultati della LGT Alpin Marathon:

Männer: 1. Jonathan Wyatt (Neuseeland) 2:56:27. 2. Timothy Short (GBR-Kent) 6:02 zurück. 3. Urs Jenzer (Frutigen) 14:29. 4. Hermut Schiessl (D-Buchenberg) 15:51. 5. Martin Jost (Winterthur) 22:22. 6. Karl Jöhl (Amden) 22:35. 7. Thomas Frieden (Kollbrunn) 26:47. 8. Arnold Aemisegger (Triesenberg) 27:52. 9. Ruedi Bärtschi (Adelboden) 32:12. 10. Felix Schenk (Wigoltingen) 34:05. – 550 Klassierte.

Frauen: 1. Corinne Zeller (Weissenburg) 3:36:25. 2. Claudia Helfenberger (Arnegg) 4:45 zurück. 3. Britta Müller (D-Baiersbronn) 5:15. 4. Christine Reimann (Davos Dorf) 25:14. 5. Christiane Bouquet (St-Croix) 35:07. – 108 Klassierte.

 

 

2 pensieri riguardo “Liechtenstein+Merano, è sempre Wyatt

  • 16 Giugno 2008 in 11:18 am
    Permalink

    Anche se non lo conosco di persona e’ sempre un piacere avere tra le nostre file un atleta di rango e sempre presente come lui…..vista la salita finale di ieri non si puo’ che farti tanti complimenti…bravo

  • 16 Giugno 2008 in 2:47 pm
    Permalink

    Complimenti da parte di tutta la società, ti aspettiamo con altre vittorie…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *